STATUTO 2018-03-03T09:38:41+00:00

STATUTO


I: Designazione e finalità
II: Soci
III: Assemblea dei soci
IV: Organi statutari
V: Congresso Nazionale
VI: Organo Ufficiale dell’Associazione
VII: Fondo Comune-Patrimonio – Esercizio sociale
VIII: Disposizioni finali


Titolo I – Designazione e finalità.

Art. 1) – A norma delle disposizioni di legge contemplate dal Codice Civile è’ istituita la Società Italiana di Foniatria e Logopedia (S.I.F.E.L.), associazione senza fini di lucro, che eredita le finalità delle associazioni estinte: la Società Italiana di Foniatria (S.I.F.) e l’Associazione Italiana tra Foniatri e Logopedisti (A.I.T.F.E.L.).
-La Società persegue esclusivamente finalità culturali, scientifiche, di formazione e aggiornamento; ha rilevanza di carattere Nazionale, con sezioni ovvero rappresentanza in almeno dodici regioni e provincie autonome, anche mediante associazione con altre società o associazioni della stessa professione, specialità o disciplina.
-La S.I.F.E.L. è una Società, autonoma ed indipendente; essa ed i suoi legali rappresentanti non esercitano attività imprenditoriali, né vi partecipa; essa non ha tra le finalità istituzionali la tutela sindacale degli associati e non svolge, direttamente o indirettamente, attività sindacale.

Art. 2) – Gli scopi della Società sono:

-avere la maggiore diffusione possibile sul territorio nazionale con rappresentanze locali o regionali. A tal fine potrà essere deliberata dall’assemblea dei soci la confederazione, l’associazione e l’affiliazione con altre società scientifiche nazionali di cui si condividano obiettivi e finalità statutarie. Essa ha la rappresentatività di almeno il 30% di professionisti non in quiescenza nella specializzazione o disciplina, previste dalle norme vigenti, o nella specifica area o settore di esercizio professionale. Al fine, inoltre, di garantire anche un’adeguata rappresentanza internazionale la S.I.F.E.L. potrà confederarsi o affiliarsi ad altre associazioni presenti a livello europeo o internazionali che abbiano finalità analoghe a quelle riportate nel presente articolo.

– promuovere e coordinare la ricerca sulla fisiologia e patologia della voce, della parola della comunicazione, del linguaggio e della deglutizione;
– favorire tutte le iniziative dirette alla prevenzione, alla diagnosi, alla terapia, al counselling e alla

riabilitazione delle relative manifestazioni patologiche;
– promuovere e realizzare attività scientifiche varie (congressi, corsi, conferenze,seminari, pubblicazioni scientifiche, ecc.). A tal fine la S.I.F.E.L. potrà dotarsi o adottare un proprio Organo Ufficiale di comunicazione secondo le modalità giudicate di volta in volta più idonee;
– collaborare con il Ministero della Salute, le Regioni, le Aziende Sanitarie e gli altri organismi ed istituzioni sanitarie pubbliche;
– elaborare le Linee-Guida su temi specifici di competenza;

– suggerire buone prassi nell’esercizio delle professioni foniatriche e logopediche;

– promuovere trials di studio e di ricerche scientifiche finalizzate e rapporti di collaborazione con altre società ed organismi scientifici;
– diffondere e sostenere, a tutti i livelli e nelle sedi opportune, iniziative riguardanti la Foniatria e la Logopedia;

– assicurare il rispetto delle regole deontologiche concernenti la Foniatria e la Logopedia;
– trattare i problemi relativi all’insegnamento della Foniatria e della Logopedia, favorendo con ogni iniziativa idonea, l’applicazione delle relative discipline e sostenendole a tutti i livelli e nelle sedi opportune.

-Fra le finalità della S.I.F.E.L. rientrano anche la formazione continua in ambito sanitario.
– Al fine di perseguire gli obiettivi statutari, di promuovere la comunicazione interna ed esterna, di adempiere alle indicazioni di trasparenza amministrativa e di consentire visibilità in ambito sanitario e scientifico, la S.I.F.E.L. sarà dotata di un sito web.

Art. 3) -L’Associazione ha la sede ufficiale presso il domicilio del Presidente in carica.
La segreteria “operativa” ha sede presso il domicilio del Segretario – Tesoriere in carica.

Art.3 bis) La Società ha durata illimitata.

Titolo II: Soci.

Art. 4) – L’Associazione è formata da soci ordinari, soci emeriti e soci onorari.

-Sono ammissibili come soci ordinari, senza limitazioni, i Laureati in Medicina e Chirurgia Specialisti in Audiologia e Foniatria e i Laureati in Logopedia o in branche affini e/o equipollenti o altre branche, purchè operino abitualmente in ambiti foniatrici, i professionisti abilitati a norma di legge all’esercizio della professione di Logopedista ed i Cultori di Foniatria e Logopedia.

La domanda di ammissione all’Associazione per assumere la qualità di socio ordinario deve essere indirizzata al Segretario-Tesoriere e rivolta al Presidente; deve contenere, oltre ai dati anagrafici, il titolo per l’ammissione e gli eventuali titoli di carriera e scientifici.

L’Assemblea ratifica la domanda di ammissione. L’elenco dei soci è pubblicato sul sito web della Società.

Art. 5) I soci che rivestono cariche sociali o comunque componenti degli organi societari non possono essere retribuiti per lo svolgimento di tali ruoli.
Viene fatto salvo il diritto al rimborso parziale o totale di spese sostenute da tali Soci per l’esercizio della funzione solo se previamente autorizzate dal Consiglio Direttivo e nelle modalità da esso previste. Essi inoltre dovranno sottoscrivere al momento della nomina dichiarazione di assenza di conflitti di interesse ed impegno a comunicarli tempestivamente qualora insorgano. Nella dichiarazione dovrà essere altresì riportata l’assenza di sentenze passate in giudicato relative all’attività della società.

In assenza di tali dichiarazioni, qualsiasi nomina è da intendersi nulla.
Ove i conflitti d’interesse o le sentenze passate in giudicato insorgano successivamente alla nomina, il socio decade da tale carica/nomina e si procede all’elezione di un nuovo componente secondo quanto previsto dallo Statuto.

Art. 6) L’iscrizione di nuovi soci, previa verifica dei requisiti di cui all’art. 4 dello Statuto da parte del Consiglio Direttivo, decorre dal momento della ratifica assembleare.

Art. 7) – I soci ordinari pagano una quota associativa il cui ammontare è proposto dal Consiglio Direttivo è ratificato dall’assemblea.

Art. 8) Tutti i soci in regola con il pagamento della quota sociale e i soci emeriti, sono elettori ed eleggibili alle cariche ed organismi sociali.

Art. 9) Il socio che non provvede al versamento delle quote societarie, decade dopo il secondo richiamo da parte della società.

Art. 10) Il socio che intende dimettersi dall’associazione deve darne comunicazione per iscritto al Presidente con un preavviso di almeno un mese rispetto alla convocazione dell’Assemblea.

Coloro che per qualunque ragione perdono la qualifica di socio, non hanno alcun diritto sul fondo comune dell’associazione, né possono pretendere la restituzione delle quote associative versate anticipatamente. Essi restano obbligati per tutte le quote associative delle quali si siano resi precedentemente morosi.

Art. 11) I soci emeriti sono i soci ordinari al compimento del settantesimo anno. Essi conservano tutti i diritti dei soci ordinari, ma non sono più soggetti al pagamento della quota sociale.

Art. 11 bis) I soci onorari sono eminenti personalità italiane e straniere nominate su proposta del Consiglio Direttivo con la ratifica dell’assemblea. I soci onorari possono partecipare all’assemblea senza diritto di voto; essi non sono soggetti al pagamento della quota associativa; ricevono gratuitamente le pubblicazioni scientifiche e societarie.

Titolo III: Assemblea dei soci.

Art. 12) L’assemblea ordinaria riunisce i soci in seduta privata in occasione del Congresso Nazionale annuale della società. L’assemblea straordinaria è convocata tutte le volte che il Presidente o il Consiglio Direttivo lo ritengano necessario, ovvero quando per motivi eccezionali ne sia fatta richiesta scritta da un terzo dei soci ordinari.

Art. 13) – Le assemblee ordinarie e straordinarie sono valide se nella loro prima convocazione è presente almeno un terzo dei soci effettivi ed in seconda convocazione qualunque sia il numero degli intervenuti.

Art. 14) – L’Assemblea dei soci elegge ogni 2 anni, nel corso dell’assemblea ordinaria riunita durante il Congresso Nazionale, il Consiglio Direttivo, i Revisori dei Conti, il Collegio dei ProbiViri, il Comitato Scientifico e il Comitato Permanente.

Art. 15) – L’assemblea delibera su tutti gli atti di ordinaria e straordinaria amministrazione con il voto favorevole della maggioranza semplice dei soci presenti.

Titolo IV: Organi statutari

Art.16) – Sono organi della Società, il Consiglio Direttivo, il Comitato Scientifico, i Revisori dei Conti, il Collegio dei Probi Viri e il Comitato Permanente.

-Il Consiglio Direttivo è composto da dieci (10) membri di cui nove (9) vengono eletti dall’assemblea, più il Presidente uscente che integra di diritto il Consiglio.

I componenti del Consiglio Direttivo debbono essere rispettivamente cinque (5) soci ordinari laureati in medicina e chirurgia e cinque (5) soci ordinari laureati in logopedia.

L’elezione del Consiglio Direttivo avviene ogni due anni nel corso dell’Assemblea ordinaria che nell’occasione si qualifica in quanto Assemblea elettiva.

Il Consiglio Direttivo dura in carica un biennio ed i suoi membri possono essere rieletti una sola volta consecutivamente. Farà eccezione il segretario-tesoriere, qualora motivazioni amministrative lo ritenessero necessario.

Art. 17) – Il Consiglio Direttivo elegge tra i suoi membri il Presidente, il Vice-Presidente ed il Segretario- tesoriere. Il Presidente ed il Vice Presidente devono essere rispettivamente un laureato in medicina e chirurgia ed uno laureato in logopedia o viceversa con alternanza biennale.

Art. 18) – Il Consiglio Direttivo è convocato dal Presidente; esso delibera validamente con la partecipazione di almeno cinque (5) dei suoi membri. Non sono ammesse deleghe; le deliberazioni sono prese a maggioranza dei presenti, con voto prevalente del Presidente in caso di parità. Tutti i Past-President possono essere convocati dal Presidente a partecipare alle riunioni del Consiglio Direttivo, senza diritto di voto.

Art. 19) Il Presidente rappresenta ufficialmente la società.
Egli è investito della firma sociale ed è sostituito in caso di assenza o impedimento dal Vice Presidente; egli inoltre:

-presiede le assemblee dei soci;
-convoca le assemblee straordinarie;
-convoca il Consiglio Direttivo ogni volta che lo ritenga opportuno o quando la maggioranza del Consiglio dovesse richiederlo;
– nomina all’inizio dell’assemblea elettiva tre scrutinatori con il compito di controllare e di convalidare le votazioni;
– tiene annualmente all’assemblea la relazione sullo stato e sulle attività dell’Associazione;
– ha i poteri di rappresentanza esterna dell’Associazione, ivi compresa quella di stipulare contratti e accettare liberalità per conto della società (artt. 600 e 786 Codice Civile).

E’ il responsabile pro-tempore della comunicazione sul sito web

Art 19 bis) Il Vice-Presidente svolge gli stessi compiti del Presidente quando questi è impossibilitato a farlo e quando espressamente da lui delegato previa comunicazione al Consiglio Direttivo

Art 19 ter) Il Segretario-Tesoriere:
-è responsabile degli aspetti amministrativi e finanziari dell’associazione;
-redige e conserva i verbali relativi alle riunioni assembleari e consiliari, agli atti societari;
-cura la regolare e immediata attuazione dei deliberati dell’assemblea e del Consiglio Direttivo;
-partecipa ai soci l’ordine del giorno dell’assemblea ordinaria e ne cura lo svolgimento;
-cura le attività di comunicazione e di stampa relative alla vita associativa;
-d’intesa con il Presidente cura lo scambio delle informazioni con le società che rappresentino le specialità affini ed i rapporti pubblici dell’Associazione;
-provvede al costante aggiornamento dell’elenco dei soci;
-predispone, con il possibile supporto di agenzie esterne, i bilanci annuali dell’Associazione, che presenta ai Revisori dei Conti entro i trenta giorni precedenti l’assemblea ordinaria dei soci;

-svolge la Relazione Amministrativa all’assemblea ordinaria;
-ha in custodia il fondo comune e ne cura la gestione con il possibile supporto di agenzie esterne;
-è tenuto a depositare sul conto corrente bancario vincolato intestato alla società con diritto di firma propria, i fondi della società;
-compie per incarico del Consiglio Direttivo ogni operazione di carattere amministrativo, assumendone la responsabilità personale e solidale ai sensi dell’art. 38 del Codice Civile.

Art.20) Il Comitato Scientifico è costituito da quattro (4) membri nominati dal Consiglio Direttivo; essi durano in carica due anni e possono essere rieletti. Per la sua attività il Comitato Scientifico può avvalersi della collaborazione di altri soci o di altre eminenti personalità del mondo scientifico e sanitario. Il Comitato Scientifico ha il compito di verificare e controllare la qualità delle attività svolte e della produzione tecnico- scientifica, da effettuare secondo gli indici di produttività scientifica e bibliometrici validati dalla comunità scientifica internazionale.

Art.21) I Revisori dei Conti sono due, uno di estrazione foniatrica e uno di estrazione logopedica. Essi sono eletti dall’Assemblea, su proposta del Consiglio Direttivo, durano in carica due anni.

I Revisori dei Conti verificano e sottoscrivono, con il Consiglio direttivo, il bilancio consuntivo e preventivo annuale dell’Associazione.

Art.22) Il Collegio dei Probiviri è composto da quattro membri, due di estrazione foniatrica e due di estrazione logopedica, eletti dall’Assemblea su proposta del Consiglio Direttivo, preferibilmente tra ex Presidenti, ex Vice-Presidenti e soci emeriti dell’Associazione. I probiviri durano in carica quattro anni.

Il Collegio dei probiviri esamina:

a) – le controversie eventualmente insorte tra i soci;

b) – le proposte di decadenza o di radiazione dei soci;

c) – le questioni che meritino indagini approfondite o riservate delle quali il Consiglio Direttivo ritiene di investire.

Il parere non vincolante del Collegio dei probiviri deve essere riferito all’Assemblea ove richiesto.

Art.23) Il Comitato Permanente per l’aggiornamento dello Statuto è costituito da quattro soci eletti dall’assemblea su proposta del Consiglio Direttivo.

I nominati devono far si che venga rispettato il criterio della pariteticità tra laureati in foniatria e audiologia o titolo equipollente e in logopedia. Di tale Comitato fa parte di diritto un quinto membro, il Segretario- Tesoriere della Società. Il Segretario-Tesoriere è il segretario del Comitato permanente.

Il Comitato Permanente si auto-convoca su richiesta, di almeno due dei suoi componenti, inoltrata al Segretario-Tesoriere che deve estendere l’invito agli altri membri entro e non oltre trenta giorni da tale richiesta.

La convocazione ufficiale del Comitato Permanente in seno al Consiglio Direttivo avviene su richiesta del Presidente o su richiesta del Comitato permanente.

Titolo V: Congresso Nazionale

Art. 24) Il Congresso Nazionale, di regola si svolge ad anni alterni con modalità diverse: un anno nella forma di Congresso politematico durante il quale, insieme ad altre manifestazioni Scientifiche si terranno una relazione svolta dal relatore ufficiale, un corso di aggiornamento a cura del Presidente del Congresso oltre all’assemblea generale dei soci, qualificata come elettiva; l’anno seguente nella forma di corso monotematico durante il quale si terranno la relazione svolta dal relatore ufficiale e l’assemblea generale dei soci.

Art. 25) Il sito web della Società rappresenta il principale canale di comunicazione istituzionale della Società. Esso dovrà contenere:

– informazioni sull’attività corrente e pregressa della società,
– le produzioni scientifiche a cura della società stessa approvate dal Comitato Scientifico,
– l’elenco dei soci,
– i bilanci preventivi e consultivi nonché eventuali incarichi esterni retribuiti alle cariche statutarie. Responsabile del sito web e dei dati relativi alla privacy su di esso contenuti è il Presidente in carica che per la gestione potrà eventualmente avvalersi di personale esterno alla società retribuito come stabilito dal Consiglio Direttivo.

Titolo VI: Organo Ufficiale dell’Associazione.

Art. 26) – L’associazione può avvalersi per la pubblicazione di lavori scientifici, degli atti congressuali e delle notizie di interesse associativo di una rivista periodica in formato cartaceo e\o digitale che assume la qualifica di “Organo Ufficiale della Società Italiana di Foniatria e Logopedia”.

Titolo VII: Fondo Comune-Patrimonio – Esercizio sociale.

Art. 27) – Il fondo comune è costituito dalle quote sociali, da qualsiasi altro provento pervenuto a titolo di liberalità, da eventuali contributi di soggetti pubblici e privati. Sono in ogni caso esclusi i finanziamenti che configurino conflitto di interessi con il S.S.N., anche se forniti attraverso soggetti collegati.

Le attività ECM saranno finanziate attraverso l’auto finanziamento e i contributi degli associati e/o enti pubblici e privati, ivi compresi i contributi delle industrie farmaceutiche, parafarmaceutiche, nutraceutiche e di dispositivi medici, nel rispetto dei criteri e dei limiti stabiliti dalla Commissione Nazionale per la Formazione continua.

Art 28) Il patrimonio della S.I.F.E.L. è rappresentato dalle quote annuali di iscrizione dei soci, da eventuali residui di bilancio annuali, da eventuali contributi, donazioni, proventi o elargizioni pervenute a titolo di liberalità, da eventuali beni acquisiti dall’associazione esclusivamente finalizzati alle attività statutarie, dal sito web, dal patrimonio intellettuale delle pubblicazioni scientifiche direttamente sostenute dall’associazione (relazioni ufficiali, atti di congressi, linee guida, ecc.).

Art. 29) –Al termine di ogni esercizio il Consiglio direttivo approva il bilancio consuntivo e quello preventivo del successivo anno redatto dal segretario-tesoriere, accompagnato da una relazione sulla gestione e sullo svolgimento dell’attività associativa.
Il bilancio consuntivo e quello preventivo sono sottoposti all’approvazione dell’assemblea dei soci in occasione del Congresso Nazionale e del Corso Nazionale di Formazione.

I bilanci preventivi, consuntivi ed eventuali incarichi retribuiti devono essere pubblicati sul sito istituzionale.

Titolo VIII: Disposizioni finali.

Art. 30) – Lo scioglimento dell’associazione deve essere deliberato dai soci presenti all’assemblea straordinaria a tal uopo convocata.

Art. 31) – L’assemblea che delibera lo scioglimento dell’associazione provvede a nominare uno o più liquidatori determinando i loro poteri.

In difetto di tale nomina la liquidazione sarà effettuata dal Consiglio Direttivo in carica, in veste di liquidatore, con poteri ampi ed irrevocabili.

I beni e le attività residue, esaurita la liquidazione, saranno devoluti, in base ad una delibera dell’assemblea approvata a maggioranza semplice degli intervenuti, ad associazioni con finalità analoghe o in opere benefiche.

SIFEL – SOCIETÀ ITALIANA DI FONIATRIA E LOGOPEDIA

Via Statale Abetone e Brennero n.65, 56017  San Giuliano Terme (Pisa)

Email: info@sifel.it